Nuovo prodotto

Formula Caisse Pura - 220 cps da 680 mg

44,55€

La formula definitiva, che trova origine dalla tradizione degli indiani Ojibwa, composta da 7 erbe provenienti dal Canada:

- Bardana
- Rabarbaro
- Olmo rosso
- Acetosella
- Trifoglio
- Frassino spinoso
- Piantaggine.

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 8 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 8 Punti fedeltà può essere convertito in un buono di 1,60€.


La formula definitiva, che trova origine dalla tradizione degli indiani Ojibwa, composta da 7 erbe provenienti dal Canada:

- Bardana
- Rabarbaro
- Olmo rosso
- Acetosella
- Trifoglio
- Frassino spinoso
- Piantaggine.

Tutte le erbe sono organiche e le cortecce vengono raccolte in natura. L’origine canadese delle erbe è importante perché conferisce al prodotto una potenza maggiore rispetto a quella che si sarebbe ottenuta da medesime piante europee.

Una formula che dona un senso di benessere diffuso, le cui principali caratteristiche sono:

  • DISINTOSSICANTE
  • SEDATIVO NATURALE
  • AGISCE CONTRO I DOLORI
  • DIGESTIVO
  • DRENANTE DEI LIQUIDI CORPOREI
  • EFFICACE NEI CASI DI INSONNIA
  • AIUTA NEI CASI DI STIPSI
  • SOSTIENE L’ATTIVITA’ EPATICA
  • REGOLARIZZA IL TRANSITO INTESTINALE
La forza e l’efficacia del prodotto traggono origine dalla sinergai che si crea tra le 7 piante utilizzate, che agendo contemporaneamente riescono a massimizzare la propria azione, garantendo risultati fin dalle prime settimane.
Questa sinergia riunisce questi 7 talenti di origine canadese:

Radice di Bardana
Nella medicina tradizionale questa pianta viene utilizzata per il trattamento di psoriasi, dermatiti e seborrea del cuoi capelluto, ma alla Bardana va riconosciuta soprattutto la sua attività come ottimo stimolante del sistema immunitario, come epatoprotettivo e come tonico renale e polmonare. Agisce anche come un purificatore ematico con una marcata attività detossinante. E’ comprovata la sua azione antibatterica e antimicotica. Eccellente rimedio per il trattamento delle più comuni affezioni cutanee. Alla bardana possono essere attribuite proprietà: antibatteriche, diuretiche, depurative, ipoglicemizzanti (inulina), eudermiche, antiacneiche e antiseborroiche, antisettiche, antinfiammatorie, cicatrizzanti antiossidanti.
Corteccia di Olmo Rosso
Fin dall’antichità all’Olmo Rosso sono state attribuite proprietà depurative, astringenti, sudorifere, disinfiammanti delle mucose e, in particolare proprietà cicatrizzanti. La mucillaggine della corteccia – ricca di speciali tannini - è un ottimo rimedio per l’artrosi mediante all’attività decongestionante delle articolazioni. Le stesse mucillagini sono in grado di aderire alle pareti intestinali rivestendole con un film protettivo, capace anche di rigenerare le stesse tratto gastro-intestinale.
Ha inoltre un marcato potere espettorante e detossinante. Un utilizzo secondario dell’Olmo Rosso è quello riguardante il trattamento di faringiti e problematiche respiratorie. Grazie al contenuto di inulina è un valido coadiuvante per fegato, milza e pancreas.
Acetosa
Anche questa pianta possiede un forte potere diuretico, depurativo e purificatore del sangue. L’Acetosa sostiene l’attività epatica e intestinale prevenendo la distruzione dei globuli rossi.
Nella medicina tradizionale l’Acetosa viene utilizzata come rimedio per le problematiche respiratorie (come ad esempio tosse secca, riniti allergiche, laringiti acute, tracheiti) per le sue caratteristiche antibatteriche e antinfiammatorie e per essere una ricca fonte vitamina C. La clorofilla in essa contenuta apporta ossigeno alle cellule rinforzando le pareti dei vasi sanguigni e ripulendoli contemporaneamente da eventuali depositi.
Radice di Rabarbaro
Questa viene utilizzata soprattutto per le proprietà lassative. Inoltre stimola il colon e sostiene il flusso della bile, con una funzione riequilibrante per stomaco e fegato. Trova inoltre impego per le funzioni digestive, epatoprotettive e nel trattamento di ulcere. Proprio per la presenza di polifenoli nel trattamento della stipsi questa pianta è tra le più tollerate dall’organismo. Infatti riducendo l’assorbimenti dei liquidi, aumenta il volume fecale che a sua volta favorisce la peristalsi intestinale contrastando efficacemente gli stadi di stitichezza.
Trifoglio
Il trifoglio è tra i più potenti fitoestrogeni in natura, oltre ad essere un’importante fonte ricca di calcio, magnesio, niacina, fosforo, potassio, silicio, cromo, tiamina e vitamine A, B-12, E, K e C, il cui insieme aiuta il mantenimento dell’equilibrio ormonale. Per le sua capacità attenua i sintomi della sindrome mestruale e premestruale e incrementa la mineralizzazione ossea (contrastando l’insorgere di osteoporosi).
Diviene nel tempo un regolatore del colesterolo, abbassando LDL e migliorando il livello del colesterolo buono (HDL). Inoltre il Trifoglio migliora la circolazione sanguigna mantenendo il sangue fluido e pulito. Con una marcata azione antiossidante, contrasta efficacemente i radicali liberi. La presenza massiccia di isoflavoni fa divenire il Trifoglio un ottimo rimedio per i disturbi della menopausa (come vampate e sbalzi d’umore).
Piantaggine
Le principali proprietà di questa pianta - che vanno ad impattare soprattutto con il benessere delle vie respiratorie - sono quelle antinfiammatorie (soprattutto grazie a aucubina e baicaleina), antibatteriche (aucubigenina), espettoranti e antitussive. Per questi motivi la Piantaggine trova largo utilizzo nel trattamento delle malattie da raffreddamento, nei casi di tosse, bronchiti e nelle nifiammazioni della faringe. E’ prevalentemente grazie alle mucillaggini contenute nella pianta che si manifesta l’azione protettiva sulle mucose delle vie respiratorie.
Sempre grazie a baicaleina e aucubina e alle proprietà emollienti delle mucillagini questa pianta riesce ad agire con efficacia in caso di infiammazioni della pelle (anche in casi di acne e foruncoli) e delle mucose del cavo orofaringeo.
Spesso la Piantaggine trova impiego nel trattamento di disturbi epatici, crampi allo stomaco, cistiti e diarrea e cistiti.
Infine è utile ricordare come la Piantaggine agisca indirettamente su circolazione linfatica e sanguigna, sistema osseo-muscolare e genitale, per la sua attività a
livello tiroideo e paratiroideo.
Frassino spinoso
Questa pianta era conosciuta fin dall’antichità per le proprietà lassative, diuretiche, antiinfiammatorie e antireumatiche/antiartritiche. La ragione di un così ampio spettro di attività risiede nella presenza di cumarine (come fraxina, fraxetina e frassinolo) e di flavonoidi ( come quercetina e rutina) che inibiscono la produzione di prostaglandine.
Il Frassino spinoso possiede un’azione stimolante, antisettica, carminativa e analgesica. Si dimostra efficace nei casi di dolori addominali, reumatismi, affezioni della pelle, artrite, raffreddori cronici e vermi. Inoltre possiede una marcata azione disintossicante e come purificatore del sangue.
Si è osservato che ha efficacia anche nel trattamento della ritenzione idrica, della cellulite e a livello topico restituisce una pelle morbida e liscia.
Dispositivo medico n. 1001
Ingredienti:
Arctium Iappa, Ulmus Fulva, Rumex Acetosella, Rheum Palmatum, Trifolium Pratensis, Paltago Major, Xanthoxilum, Fraxineum.
Modo d’uso:
2 capsule al mattino a digiuno e 2 alla sera prima di coricarsi da ingerire con un bicchiere d’acqua.
Formato: 150 gr
Path: > Formula Caisse Pura - 220 cps da 680 mg

30 altri prodotti della stessa categoria: